37–48 di 530 risultati

  • L’isola riflessa

    Leggi tutto

    L’isola riflessa

    L’isola riflessa
    Anno: 2017.05.xx
    Autore: Ramondino Fabrizia
    Descrizione: (RISTAMPA) Ventotene è un’isola battuta dal vento che sembra trascinare con sé pensieri, ricordi, memorie di prigionieri e di fuggiaschi, di pirati e di santi. Con il lavoro degli schiavi, i romani vi costruirono grandi opere in muratura. Durante il fascismo vi soggiornarono numerosi confinati politici. L’io narrante trascorre a Ventotene due stagioni, una primavera e un autunno. E’ un viaggio tormentato in cui la vicenda personale e i fantasmi della storia si intrecciano in un continuo rimando di drammi grandi e piccoli, di gioie impreviste e di utopie improbabili, come quando nel Settecento l’isola venne popolata da detenuti che lo spirito dei Lumi voleva rieducare.

    Categoria:
  • Nino Maffezzoni Confinato a Ponza

    Leggi tutto

    Nino Maffezzoni Confinato a Ponza

    Nino Maffezzoni Confinato a Ponza
    Anno:
     2017.04.29
    Autore: Giancarlo Maculotti
    Descrizione: venni condotto da due militi e dal capitano di servizio… Fermatomi a metà scala il milite spiegò – con mia grande meraviglia – di avermi condotto là per avermi veduto al momento dell’appello sorridere mentre un confinato salutava romanamente. Il capitano senza aspettare mie spiegazioni mi diede un forte pugno sulla faccia dicendo che avrebbe avuto piacere a far di me una frittata. Poi –dopo avermi chiesto il nome – mi rimandò in camerata. Ora io nego nel modo più assoluto di aver sorriso per il saluto romano fatto dal confinato…

    Categoria:
  • Racconti e Leggende

    Leggi tutto

    Racconti e Leggende

    Racconti e Leggende
    dell’isola dei pescatori
    Anno:
     2017.04.19
    Autore: Silverio Mazzella
    Descrizione: Ponza negli acquerelli di Silverio Mazzella

    Categoria:
  • Non volevo morire così

    Leggi tutto

    Non volevo morire così

    Non volevo morire così
    Anno: 2017.04.xx
    Autore: Pier Vittorio Buffa
    Descrizione: Il comunista Rocco Pugliese, ucciso dai secondini dell’ergastolo di Santo Stefano. Il partigiano greco Giorgio Capuzzo che aveva combattuto contro gli italiani. Il soldato albanese che aveva disertato. L’uomo che aveva ucciso per amore. Vite di detenuti e di ergastolani finite dentro le mura del carcere di Santo Stefano, chiuso nel 1965, che oggi raccontano cosa è stata la ‘tomba dei vivi’. Vi furono imprigionati ladri, assassini e innocenti. E anche uomini come Sandro Pertini e Umberto Terracini, condannati dai tribunali speciali fascisti.
    A un miglio di mare, Ventotene, l’isola confinaria dove Mussolini fece rinchiudere gli oppositori. La raccontano le storie di Mario Maovaz, il giellista triestino bibliotecario del confino. Dell’anarchico Gigino lo Stipettaio (si narra che nel sottofondo di un suo mobiletto sia uscita dall’isola una copia del Manifesto per l’Europa). Di un altro anarchico poi morto in un lager, Giovanni Domaschi. Uomini che, insieme ai futuri protagonisti dell’Italia democratica, hanno lottato, studiato, fatto politica.
    È per tutto questo che a Santo Stefano e Ventotene si incrociano i destini dell’Italia, dell’Europa e delle migliaia di uomini costretti a viverci. Con loro rileggiamo i grandi fatti della storia come in una lente di ingrandimento per cogliere particolari sfuggiti o ignorati, rivedere giudizi stereotipati.

    Categoria:
  • Il racconto di Ponza

    Leggi tutto

    Il racconto di Ponza

    Il racconto di Ponza
    datato e divagato

    Anno:
     2016.11.1
    Autore: Giuliano Massari, Silverio Lamonica, Francesco Ferraiuolo
    Descrizione: la cornice necessaria per la cultura dell’Isola.

    Categoria:
  • Peril on Ponza

    Leggi tutto

    Peril on Ponza

    Peril on Ponza
    Anno:
     2016.07.20
    Autore: Aileen Nowatzki
    Descrizione: A dilemma looms over the island of Ponza off the coast of Italy and seriously threatens the livelihood of its fishermen. Mussels have been contaminated for the past three months and an attempt to solve the problem has resulted in murder. The perplexing cause of contamination prompts the local police force to enlist the aid of mainland police. Two married secret agents stationed in Naples arrive on the island in the guise of American journalists. Bev and Brian Moore unravel the mystery of the contamination. They investigate the inner workings of the island and discover some sinister activity leading to kidnapping, violence and death. The young American couple unravels an international plot to overthrow a fledgling democracy. Will it succeed is a question of fine-tuned timing. Will Ponza return to prosperity and tranquility? Speed is of the essence.

    Categoria:
  • Palmarola – Guida alle grotte sommerse

    Leggi tutto

    Palmarola – Guida alle grotte sommerse

    Palmarola, guida alle grotte sommerse.
    Anno: 2016.xx.xx
    Autore: Volterra Fabrizio
    Descrizione:  seconda edizione

    Categoria:
  • Venerdì Pesce

    Leggi tutto

    Venerdì Pesce

    Anno: 2016.xx.xx
    Autore: Sang’ ‘i Retunne
    Descrizione: “Racconti scenette personaggi di vita ponzese”

    a cura di Ponzaracconta

    Categoria:
  • Il falegname e il partigiano

    Leggi tutto

    Il falegname e il partigiano

    Il falegname e il partigiano
    Anno:
      2016.06.01
    Autore: Antonio De Luca
    Descrizione: Sandro Pertini presidente della Repubblica, partigiano e socialista, negli anni del confino fascista dimorò in questa strada e qui ogni giorno incontrava Salvatore Pacifico…

    Categoria:
  • Marimar

    Leggi tutto

    Marimar

    Marimar
    da Ponza a Matera
    Anno:
     2016.05.1
    Autore: Gino Porsenna
    Descrizione: Romanzo

    Categoria:
  • Inscription

    Leggi tutto

    Inscription

    Inscription

    Anno: 2015.08.17
    Autore: Christine Whittemore
    Descrizione: Inscription tells the intertwining stories of two women, living two thousand 
years apart. Aubrey writes at the end of the twentieth century, interpreting a 
hitherto unknown ancient manuscript. Marina is the scribe who writes that
 manuscript at the end of the first century AD, from her exile on an Italian island. As Aubrey transcribes Marina’s struggle to survive in the ancient Roman world, her own buried story emerges. Her commentary on the manuscript becomes an encounter with a loss she has tried to forget. The two women touch across the centuries; Marina’s two-thousand-year-old words change Aubrey’s life.

    Categoria:
  • Le Ragioni dell’Essere

    Leggi tutto

    Le Ragioni dell’Essere

    Le Ragioni dell’Essere

    Anno: 2015.06.29
    Autore: Gennaro Di Fazio
    Descrizione: con questo libro, l’autore, partendo dal paradigma dei sistemi complessi , la cui struttura è qualcosa di molto diversa nonché superiore alla semplice somma delle singoli parti che li compongono, cerca di unire gli Uomini, tra loro e con la Natura, in un unico progetto di speranza e ottimismo. Benché, in relazione alla sua professione di Medico, egli estende detto paradigma soprattutto al campo della Medicina, vi sono tuttavia dei collegamenti anche con altre discipline umanistiche e con le varie vicende umane e istituzionali, al fi ne di indurre, con le idee che propone, attività e comportamenti verso il cosiddetto “Bene comune”. Non a caso come copertina ha scelto la foto di un’alba estiva – quella di Ponza, la sua isola nativa – come simbolo di nascita di un nuovo e radioso giorno. La motivazione del titolo, “Le ragioni dell’Essere”, può essere riassunta in queste frasi che si trovano all’ultimo capitolo del libro: “Siamo immersi in un più ampio progetto a più dimensioni le quali ci condizionano per un fi ne più grande della nostra umana comprensione. Esiste probabilmente una legge, un linguaggio misterioso, un progetto da compiere, per l’organismo e per la Vita in genere. Un disegno che guida gli eventi anche attraverso le generazioni, come se oltre l’ereditarietà genetica ce ne fosse una di tipo morale, una specie di nemesi,( giustizia compensatrice o giustizia divina) che si attiva e si collega a chissà quale strano meccanismo che poi giudica e sentenzia, secondo l’ordine morale delle cose”. Inoltre, per rendere la lettura più piacevole, il libro è stato arricchito con diverse citazioni e poesie. La foto della copertina e’ stata gentilmente offerta da Gennaro Mazzella da Ponza.

    Categoria: